Cronaca

16enne tenta il suicidio con trenta pasticche di Tachipirina

CAMEROTA. carabinieri della locale stazione hanno aperto un’indagine per accertare i motivi del gesto che hanno indotto una studentessa straniera 16enne a tentare il suicidio.
A trovarla riversa a terra priva di sensi sono stati i genitori.
I soccorsi sono scattati immediatamente. La ragazza è stata trasferita al Santobono di Napoli e poi a Sapri, è stata sottoposta ad una cura disintossicante al fegato, pare avesse ingoiato trenta pasticche di Tachipirina.
L’ipotesi, al momento più accreditata è che la ragazza soffrisse di depressione. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button