Cronaca

26 anni di carcere per il killer della massaggiatrice

POLLA. Dmytro Zastavnetskyi è stato condannato a 26 anni di reclusione per l’omicidio di Olena Tonkoshkurova. È questa la sentenza emessa ieri dai giudici della Corte di Assise di Potenza nei confronti dell’imputato 29enne di nazionalità ucraina ritenuto essere l’assassino di Olena Tonkoshkurova, la massaggiatrice anche lei di nazionalità ucraina di 50 anni barbaramente uccisa a Polla il 24 giugno del 2013 nella camera da letto della sua abitazione al civico 23 di via Porta del Bagno, nel pieno centro di Polla.

La sentenza, che ha accolto in pieno la richiesta di condanna avanzata dal pubblico ministero nella sua requisitoria, è arrivata dopo una camera di consiglio durata circa 2 ore. Olena, secondo la ricostruzione degli inquirenti, morì per dissanguamento dopo essere stata colpita alla gola con un coltello.

Per nascondere le tracce, l’assassino appiccò anche un incendio all’interno dell’abitazione. Le fiamme però furono domate rapidamente dai vigili del fuoco che scopriprono così il cadavere della 50enne.

(Fonte: la città di salerno)

Articoli correlati

Back to top button