Salernitana – Crotone, gli ex del match

Salernitana – Crotone è un testa-coda importante. Importantissimo, soprattutto per i padroni di casa che vogliono riscattare la brutta debacle di Terni. La sfida di domenica, inoltre, è una partita ricca di storia e destini che s’incrociano.

Sono sette gli ex della sfida di domani sera: uno tra le fila del Crotone, il resto sponda granata. Sarà della contesa, nonostante abbia avuto recentemente qualche problema fisico, Raffaele Palladino (39 presenze e 15 reti nella sua seconda stagione da professionista, la prima in B e con la maglia della Salernitana. A Novembre è stato ingaggiato dagli Squali) mentre non sarà del match lo squalificato Denilson Gabionetta: triennio rossoblu per il talento di Campinas, quasi cento le partite giocate per 27 reti (il culmine nel 2012-2013 con Massimo Drago in panchina e ben 12 marcature). Ha giocato, seppur poco a dir la verità, con la maglia degli squali anche Massimo Coda. Due presenze tra il gennaio e il giugno del 2008. La stagione successiva ha giocato per i pitagorici Antonio Zito (17 presenze e 3 reti, una di queste proprio alla Salernitana e all’Arechi), al rientro dopo la squalifica rimediata nel match interno con il Pescara.

L’ex più “fresco” è certamente Mamadou Tounkara: primi sei mesi al Crotone per l’ispanico-senegalese che ha giocato solamente in sette occasioni trovando la rete contro il Bari. Partita dal sapore particolare anche per Leonardo Menichini: l’attuale trainer granata, subentrato da due settimane a Vincenzo Torrente, è stato per un anno e mezzo nella città calabrese cogliendo la salvezza (undicesimo posto nel 2010-2011 e l’esonero nella stagione successiva). Chi, invece, ha smesso di giocare ma è stato determinante con entrambe le maglie è Ciro Ginestra. L’attuale allenatore degli Allievi Nazionali della Salernitana, prima di ritirarsi, è stato protagonista con la maglia del sodalizio avente il cavalluccio sul petto: i suoi goal hanno trascinato i granata dalla Seconda Divisione alla Prima. Con la maglia del Crotone, invece, in diciotto mesi ha disputato ben 48 partite segnando 12 reti (una proprio alla sua futura squadra, nell’anno più triste del sodalizio campano coinciso con una mesta retrocessione in Serie C).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button