Abortisce dopo lo stupro: arresti domiciliari per un 29enne di Sala Consilina

Un 29enne di Sala Consilina è finito ai domiciliari perchè ritenuto responsabile di stalking nei confronti di una 20enne di un Comune del Vallo di Diano

I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina (SA), diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno dato esecuzione ad una misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Lagonegro nei confronti un 29enne di Sala Consilina ritenuto responsabile di stalking nei confronti di una 20enne di un Comune del Vallo di Diano.

Arresti domiciliari per un 29enne di Sala Consilina

Le indagini dei militari delle Stazioni di Caggiano e di Sala Consilina consentivano di ricostruire numerosi episodi di violenza e azioni persecutorie – comprese minacce, ingiurie e lesioni – protratte dal prevenuto nei confronti della giovane con la quale lo stesso non aveva mai accettato la fine della loro relazione sentimentale, terminata nel 2017.

La giovane donna altresì riferiva di aver subito una violenza sessuale da parte dell’arrestato odierno, a seguito della quale si verificava una gravidanza indesiderata, poi dalla stessa volontariamente interrotta.

Continua l’azione di contrasto dell’Arma e della Procura di Lagonegro (PZ) nel comprensorio valdianese sui reati connessi alla violenza di genere. Tale operazione si aggiunge anche alle attività di sensibilizzazione sul tema della violenza in genere e alle azioni di prossimità dell’Arma nei confronti delle vittime vulnerabili.

TAG