Abusi edilizi a Sottolmo: scatta l’ordine di demolizione

abusi-edilizi-camerota-ordine-demolizione-case

Il Raggruppamento carabinieri Parco, Comando di stazione di Valle dell’Angelo, ha accertato la realizzazione di abusi edilizi a Sacco, in località Sottolmo

Il Raggruppamento carabinieri Parco, Comando di stazione di Valle dell’Angelo, ha accertato la realizzazione di abusi edilizi a Sacco, in località Sottolmo.

Abusi edilizi a Sottolmo

Nel corso di un primo sopralluogo, effettuato a luglio dello scorso anno, i militari evidenziavano la presenza di muretti di recinzione in pietra di circa 100 metri ciascuno, sui quali sono stati realizzati dei cordoletti in cemento nei quali sono stati inseriti dei piantoni in ferro; una piattaforma trapeizoidale in mattoncini, posta come pavimentazione, con al lato ricorsi in pietra; due muretti del viale di accesso in cemento e mattoni, per una lunghezza di circa 20 metri; tre ricorsi in mattoncini posti come pavimentazione.

Un secondo ulteriore accertamento, effettuato lo scorso 10 febbraio, ha evidenziato la presenza anche di: una piattaforma in cemento armato pavimentata, di forma circolare, con annesso vialetto; un viale di ingresso dalla Sp 11 al preesistente fabbricato destinato a civile abitazione; l’installazione di un cancello in ferro poggiante su due pilastri in cemento armato. Le opere in questione sono state realizzate in un’area inserita in Zona D, urbana o urbanizzabile, della perimetrazione definitiva del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Ordinata, dall’ente retto dal presidente Tommaso Pellegrino, la demolizione delle opere abusive e il ripristino dello stato dei luoghi nel termine di 90 giorni.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG