Abusi sessuali su tre fratellini a Salerno, padre e altri imputati assolti dopo 12 anni

abusi-minori-salerno-nonno-paterno-gelateria-capaccio

Presunti abusi sessuali su tre bambini, assolti dopo dodici anni a Salerno. Un calvario giudiziario per gli imputati di una delicata vicenda

Accusati di abusi sessuali su tre bambini, sono stati assolti dalla Corte d’Appello di Salerno. Nella giornata di ieri, venerdì 17 luglio, è arrivata la sentenza che ha ribaltato quella del 2016 quando i protagonisti di un presunto giro di pedofilia furono condannati dai giudici della terza sezione penale del tribunale di Salerno. Una vicenda durata 12 anni e archiviata perché “il fatto non sussiste” come riportato da Il Mattino nell’articolo a firma di Viviana De Vita.

Presunti abusi sessuali su tre bambini, assolti a Salerno

Gli imputati erano stati accusati dai bambini, accuse smontate in Appello da una perizia secondo cui “non possono essere ritenute affidabili” le “procedure di ascolto” alle quali furono sottoposti i bambini i quali potrebbero essere stati indotti a travisare i fatti. E così nel pomeriggio di ieri è arrivata l’assoluzione per tutti gli imputati perché il fatto non sussiste.

La vicenda

In primo grado arrivò una pesantissima sentenza. Il padre dei tre bambini, G.S., fu condannato a 18 anni di reclusione. Gli altri due imputati W.B. e R.C. invece furono condannati a 15 anni. R.C, proprietaria di uno degli appartamenti dove si sarebbero consumati gli orrori, è deceduta. Le altre condanne furono di 13 anni per D.C., 14 per D.M, 10 per V.G, 13 per R.P e V.B. Su di loro pendevano pesantissime accuse, dalla violenza sessuale, ad atti sessuali con minorenni fino alla ipotesi di reato di commercio delle videoriproduzioni pedopornografiche. Ieri però la vicenda è stata archiviata con l’assoluzione in toto.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG