Cronaca

Lotta all’abusivismo, il 22 luglio protesta a Salerno: parrucchieri ed estetisti depongono le armi del mestiere

Lotta all’abusivismo: il 22 luglio 2024 parrucchiesti, estetisti e barbieri della provincia di Salerno consegneranno i loro strumenti di lavoro in segno di protesta contro un fenomeno che sta dilagando nel settore. L’iniziativa, promossa da CNA Artigiani Imprenditori d’Italia e Confartigianato Salerno, si terrà a partire dalle ore 9 presso la Prefettura di Salerno.

Lotta all’abusivismo, il 22 luglio protesta a Salerno di parrucchieri ed estetisti

Con un gesto simbolico, parrucchieri, estetisti e barbieri della provincia di Salerno consegneranno i loro strumenti di lavoro come pettini, pennelli e lime per unghie, in una battaglia contro l’abusivismo che dilaga nel settore. L’iniziativa, promossa da CNA Artigiani Imprenditori d’Italia e Confartigianato Salerno, si terrà lunedì 22 luglio a partire dalle ore 9 presso la Prefettura di Salerno.

L’iniziativa

La campagna contro l’abusivismo nei settori dell’acconciatura e dell’estetica, partita il 24 giugno, è promossa da CNA e Confartigianato con il patrocinio del Ministero delle Imprese e del Made in Italy. La campagna intitolata “La legalità è anche una questione di testa: dì di no alla tinta a domicilio” è già diffusa sui canali web e social delle due confederazioni attraverso tre uscite congiunte.

Il fenomeno dell’abusivismo

Secondo i dati riportati dai presidenti di CNA Salerno e Confartigianato Salerno, l’abusivismo nel settore dei servizi alla persona ha un tasso di irregolarità del 27,6%, il più alto tra i vari settori economici, superando di gran lunga il tasso medio nazionale del 14,4%. Il fenomeno è peggiorato dopo la pandemia di Covid-19, con l’aumento delle prestazioni a domicilio che hanno sottratto clientela agli operatori regolari.

I rischi

Il crescente fenomeno dell’abusivismo comporta vari rischi, tra cui trattamenti effettuati da personale non qualificato che potrebbero danneggiare gravemente la salute dei consumatori. È fondamentale rivolgersi a imprese regolari per sostenere i diritti dei lavoratori, l’economia e lo sviluppo delle imprese.

Le dichiarazioni

Massimo Selce, presidente dell’Unione Benessere e Sanità di CNA Salerno, ha sottolineato l’importanza del patrocinio del Ministero delle Imprese e del Made in Italy come riconoscimento del lavoro svolto dalle associazioni contro l’abusivismo. Franca Maresca, Presidente Regionale Confartigianato Benessere, ha aggiunto che l’iniziativa di deporre simbolicamente gli strumenti del mestiere è un gesto di grande valore per richiamare l’attenzione sul problema e la necessità di unire le forze contro questo fenomeno.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio