Accusati di peculato: assolti tre dipendenti comunali ad Eboli

eboli comune

Il fatto non sussiste per Giuseppe Barrella, Giovanni Cannoniero e Giovanni Tarantino. Il processo sul pagamento per lavori in un immobile del Comune

EBOLI. Sono stati assolti perché il fatto non sussiste. Erano accusato di peculato i tecnici comunali Giuseppe Barrella e Giovanni Cannoniero, Giovanni Tarantino responsabile del settore patrimonio del Comune e sua figlia Bianca.

Le accuse di peculato

Secondo le accuse si sarebbero accordati tra di loro perché la donna, acquirente di un’unità immobiliare ad uso deposito nel centro storico. Un immobile, come risultava dal verbale di consegna, acquisito senza riserve.

Poi fu presentata istanza per il rimborso di lavori da effettuare per rendere fruibile il bene. Spese quantificate in oltre 7mila euro.

Barrella e Cannoniero, in qualità di tecnici, accoglievano l’istanza e secondo l’accusa, liquidando la somma sarebbe stato commesso un danno erariale al Comune. Ieri la sentenza e l’assoluzione dei quattro imputati per una vicenda giudiziaria che è partita nel 2013.


Fonte: Cronache

TAG