Angri, accusato di minacce e maltrattamenti sulla moglie: 38enne assolto dal giudice

sentenza-tribunale

I giudice ha assolto dall’accusa di minacce e maltrattamenti un 38enne di Angri denunciato dalla moglie. La vicenda imputava all’uomo aggressioni, inseguimenti ed atti di violenza rimasti senza riscontro, episodio per episodio, con lei a riferire di aver subito atti prevaricatori di ogni tipo. Accusato di minacce e maltrattamenti sulla moglie: assolto «Marito e moglie […]

I giudice ha assolto dall’accusa di minacce e maltrattamenti un 38enne di Angri denunciato dalla moglie. La vicenda imputava all’uomo aggressioni, inseguimenti ed atti di violenza rimasti senza riscontro, episodio per episodio, con lei a riferire di aver subito atti prevaricatori di ogni tipo.

Accusato di minacce e maltrattamenti sulla moglie: assolto

«Marito e moglie hanno trasferito l’uno sull’altro il proprio sentimento di insoddisfazione per gli aspetti del rapporto coniugale, di cui entrambi si lamentavano. Il rapporto infatti è finito per un andamento matrimoniale che non soddisfaceva le reciproche aspettative»: così scrive il giudice assolvendo dall’accusa di minacce e maltrattamenti un 38enne di Angri denunciato dalla moglie, descrivendo il quadro triste della fine di una storia. «La moglie non era in condizioni di sottomissione – prosegue il giudice, dottor Gustavo Danise, nella sentenza di assoluzione emessa al termine dell’udienza preliminare – ma era bensì in una posizione di parità con il marito, tant’è che anche lei ha minacciato lo stesso, quando questi ha omessi di versare l’assegno di mantenimento».
La vicenda imputava all’uomo aggressioni, inseguimenti ed atti di violenza rimasti senza riscontro, episodio per episodio, con lei a riferire di aver subito atti prevaricatori di ogni tipo.

TAG