Senza categoria

Acli, bando d’idee contro la povertà

Non siamo tutti uguali, come fai a non vederlo? Insieme alle Acli contro povertà e diseguaglianza; questo il focus della campagna 5×1000 per l’anno 2015 promosso dalle ACLI e centrata su temi terribilmente attuali.

Una campagna che vuole “denunciare”, come la povertà e la diseguaglianza rendano le persone “invisibili” e limitate nella loro possibilità di vivere pienamente la propria vita e di fare le proprie scelte e aggiunge il presidente provinciale – Gianluca Mastrovito – come noi tutti, nel nostro quotidiano, rischiamo di scegliere di essere ciechi e non riconoscere le tante situazioni di povertà e diseguaglianza che incontriamo.

La povertà e la disuguaglianza in Italia interessano, oltre alle fasce sociali deboli, anche una parte sempre crescente del mondo del lavoro, sia dipendente sia autonomo. Realtà un tempo ritenute al riparo dal rischio di disagio sociale, oggi ne sono colpite.

Di fronte a questo problema, la proposta è quella di aprire gli occhi ed attivarsi, assieme alle Acli in un protagonismo attivo, utilizzando tutte le opportunità di scelta.
Scegliendo di condividere e partecipare con le Acli, alle battaglie contro la povertà e la diseguaglianza che non senza fatica, portano avanti ogni giorno.

Battaglie fatte di servizi quotidiani, di proposte politiche e di tanti progetti ed attività concrete.

Le tante emergenze che minano oggi lo stato sociale, continua Mastrovito, ci chiedono di agire il quotidiano con scelte ed azioni pragmatiche; da qui l’idea del contest #sceglitu con il quale le ACLI selezioneranno idee e partner per la realizzazione di progetti di contrasto a povertà e diseguaglianza da realizzare da ottobre 2015 a giugno 2016.

Il contest, rivolto a parrocchie ed associazioni, offre la disponibilità di un fondo di € 100.000,00 che finanzierà 20 progetti (dal valore singolo di € 5.000).

I progetti potranno essere inviati via mail all’indirizzo [email protected] o caricati direttamente sulla piattaforma www.sceglitu.acli5xmille.it

Tra le proposte che giungeranno, saranno 50 i progetti selezionati; 25 tramite voto popolare (attraverso la piattaforma e con utilizzo dei social per la condivisione) e 25 tramite giuria tecnica interna. Una giuria tecnica di esperti esterni sceglierà poi, tra questi 50, i migliori 20 progetti da sostenere.

Articoli correlati

Back to top button