Acquedotto fuori uso per gli abitanti di Roccapiemonte: furto di tubi di rame

L'erogazione idrica continua ad essere un problema per la popolazione di Roccapiemonte. Il Comune comunica ai cittadini di un furto di tubi di rame dell'acquedotto, a causa del quale è stata ridotta l'erogazione dell’acqua

ROCCAPIEMONTE. L’erogazione idrica continua ad essere un problema per la popolazione di Roccapiemonte. Il Comune ha dato comunicazione ai cittadini di un furto di tubi di rame dell’acquedotto, a causa del quale è stata ridotta l’erogazione dell’acqua in alcuni punti di Roccapiemonte.

Le dichiarazioni

Il sindaco del paese di Roccapiemonte annuncia: «Ancora una volta, purtroppo, sono costretto a segnalare il furto di materiale all’acquedotto comunale. In particolare, sono stati portati via alcuni tubi di rame necessari per il corretto funzionamento di uno dei nostri pozzi attivi. A causa di tale atto in alcuni punti della nostra città, è ridotta».

Subito sul posto i tecnici comunali che si sono messi subito all’opera per il ripristino dell’acquedotto.

Gli obiettivi

Continua il sindaco Pagano: «Si tratta dell’ennesimo episodio delinquenziale che ci costringerà a prendere drastiche decisioni. È nostra intenzione mettere in sicurezza l’area dell’acquedotto con l’installazione di un sistema di videosorveglianza, affinché si possano scongiurare nuovi casi di furti o atti di vandalismo. Sottolineo che questa amministrazione non si scoraggerà di fronte a questa nuova puntata di criminalità, perché di questo si tratta, e andremo avanti per garantire sempre migliori servizi».

 

 

TAG