Addetti alla raccolta rifiuti senza stipendio: diffida del Comune di Baronissi

raccolta rifiuti

Gli operai addetti alla raccolta dei rifiuti sono senza stipendio. Il Comune di Baronissi diffida la ditta appaltatrice del servizio

Gli operai addetti alla raccolta dei rifiuti sono senza stipendio. Il Comune di Baronissi diffida la ditta appaltatrice del servizio.

Addetti alla raccolta rifiuti senza stipendio: la diffida del Comune di Baronissi

Il Comune di Baronissi ha diffidato la Am Tecnology, ditta appaltatrice del servizio di raccolta differenziata e spazzamento sul territorio comunale, per il mancato pagamento degli stipendi ai 21 operai.

Il sindaco Gianfranco Valiante ha sottolineato che l’ente ha più volte sollecitato la ditta, “diffidata al pagamento immediato degli stipendi arretrati. In caso di perdurante inadempienza – ha ribadito il primo cittadino – l’amministrazione interverrà in tutte le sedi, per tutelare i 21 lavoratori fino a trattenere il relativo importo dalle somme dovute all’affidatario del contratto”.

Piena e incondizionata solidarietà ai lavoratori di Baronissi che operano nel settore dei rifiuti arriva dall’assessore all’ambiente Serafino De Salvo: “Giù le mani dai loro sacrosanti diritti l’azienda ha già ricevuto formale diffida ad ottemperare ai propri obblighi contrattuali.

Ci sono in ballo tante famiglie che vivono con questi stipendi. Molti hanno difficoltà a pagare rate di mutui e bollette. L’inosservanza delle prescrizioni contrattuali e il mancato pagamento delle retribuzioni sono gravi inadempienze che la Am Tecnology non può scaricare sul Comune di Baronissi e deve immediatamente sanare”.

TAG