Aeroporto Salerno – Costa d’Amalfi: tra 20 giorni il bando per i primi interventi

aeroporto-salerno-costa-damalfi

I lavori per la prima fase di intervento sull'aeroporto di Salerno inizieranno a fine 2019, porteranno all'aumento del traffico al Salerno-Costa d'Amalfi

I lavori per la prima fase di intervento sulla pista dell’aeroporto di Salerno inizieranno a fine 2019, porteranno ad un progressivo aumento del traffico passeggeri al Salerno-Costa d’Amalfi.

Bando per l’aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi entro 20 giorni

A sottolinearlo è Luca Cascone, presidente della Commissione regionale alla Mobilità che ieri, in una sala del Gonfalone gremita. Ha presentato il progetto di sviluppo dell’aeroporto, dopo i saluti istituzionali del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, del presidente della Provincia, Michele Strianese. C’erano anche i primi cittadini dei Comuni di Pontecagnano Faiano e Bellizzi, Giuseppe Lanzara e Domenico Volpe, e il presidente del consorzio aeroporto, Anna Ferrazzano.

Ecco il progetto

Non solo per quello che riguarda le opere «interne» alla struttura, ma anche per tutto ciò che concerne la viabilità esterna. I lavori interesseranno anche la metropolitana leggera e strade di collegamento e l’indotto economico che si genererà con un aeroporto a pieno regime:

Inizia da oggi la fase operativa dello scalo che sarà non solo interamente ridisegnato, ma che sarà inserito all’interno di una rete di collegamenti. Infatti anche la metropolitana leggera di superficie e con le strade principali. La stessa struttura aeroportuale avrà nuovi parcheggi destinati alle automobili dei viaggiatori e che avrà una pista più grande.

Proprio sulla pista Cascone aggiunge ch il bando potrà essere pubblicato in tempi stretti:

Contiamo di pubblicarlo tra la fine di luglio o, al massimo, inizio agosto dice Cascone e, tempi tecnici alla mano, con la speranza di non avere ricorsi, contiamo di avere le ruspe operative a fine 2019.

I lavori sulla pista saranno divisi in due step temporali: entro il 2022 si procederà a cambiare il «pavimento» e rendere la pista più solida, poi si procederà ad allungarla e mettere tutte le opere a corredo necessarie. Queste due fasi, ovviamente, porteranno a due diversi livelli di traffico: entro il 2022 la stima è:

di 3,5 milioni di passeggeri aggiunge Antonio Ferraro, presidente del consiglio di amministrazione di Aeroporto di Salerno spa che, poi, diventeranno 5,5 milioni con la conclusione dei lavori per la pista. Sempre dal 2022 inizieremo a vedere l’arrivo di voli cosiddetti commerciali, e cioè voli di linea. Mentre per i prossimi anni, in attesa del completamento dei lavori, ci concentreremo sull’aviazione generale.

Il Costa d’Amalfi, in un arco temporale ragionevole, potrà cercare di fare i numeri registrati:

Dall’aeroporto di Orio al Serio continua Cascone anche se c’è da dire che nel raggio di 15 chilometri dallo scalo lombardo si contano circa 450 strutture ricettive. Sono cifre che qui, onestamente, ce le sogniamo. Ecco perché occorre lavorare anche in questo senso, in modo da accompagnare lo sviluppo dell’infrastruttura a quella del territorio e dell’economia locale.

L’obiettivo da raggiungere

Opinione condivisa anche dai rappresentanti, al salone del Gonfalone, della Gesac, la società che gestisce il vicino scalo di Capodichino e che, fondamentalmente, sarà l’anima «privata» che porterà il Costa d’Amalfi su un mercato aereo fino ad ora sconosciuto:

La fusione tra Gesac e aeroporto di Salerno puntualizza Carlo Borgomeo, presidente del consiglio d’amministrazione della società partenopea è un obiettivo oramai alle porte. Con la fusione, spesso lo dico in tono scherzoso, si concretizza effettivamente il significato della lettera C che è alla fine del nome. Adesso possiamo parlare di aeroporto della Campania.

Complessivamente, il monte totale dei fondi individuati dalla Regione per il progetto aeroporto è di 500 milioni di euro. Solo 100 sono destinati al prolungamento della metropolitana leggera di superficie che, a partire dall’attuale capolinea dello stadio Arechi, arriverà fin all’interno dell’area aeroportuale:

I binari affiancheranno l’attuale linea Salerno-Battipaglia e la fermata interna all’aeroporto sarà, ovviamente, raggiungibile in entrambe le direzioni di marcia.

TAG