Cronaca

Aggressione a Battipaglia: ragazzo affetto da sindrome picchiato e ferito con un taglierino

Aggressione a Battipaglia: ragazzo affetto da sindrome picchiato e ferito con un taglierino. I fratelli hanno anche trovato un biglietto con frasi minatorie.

Battipaglia: ragazzo vittima di aggressione

Aggressione shock quella verificatasi ieri mattina a Battipaglia, dove un giovane affetto da sindrome di Guillain-Barré, una malattia autoimmune, è stato aggredito da uno sconosciuto mentre si trovava nel suo negozio a Battipaglia.

Stando al racconto della vittima, pervenuto alla nostra redazione, l’aggressore è entrato nell’esercizio commerciale e ha fatto cadere a terra il ragazzo, il quale a malapena si reggeva in piedi per via della malattia. Non contento, l’uomo ha usato un’arma da taglio, forse un taglierino, e ha ferito la vittima al braccio sinistro e sulla gamba malata. Non contento, l’avventore ha anche mollato qualche calcio al giovane.

Dopo l’aggressione, è stata sporta denuncia ai carabinieri. Intanto, è emerso anche un altro dettaglio inquietante: i fratelli avrebbero trovato un biglietto con la frase “sappi che ti vogliamo morto, soffrirai molto”. Nelle ultime ore, ci ha comunicato la vittima, è arrivato un altro biglietto di minacce. Il tutto è avvenuto presso il “Panificio da Roberto” a Battipaglia.

Ecco intanto il racconto diretto inviato alla nostra redazione dal giovane Roberto:

È successo tutto il 15 marzo alle 11:50, io in quel momento mi trovavo da solo perché abbiamo un’attività che ors mi stanno sostituendo i miei familiari, io da ottobre che sono stato in ospedale perché ho una malattia autoimmune la Guillain-Barré, stamattina ero seduto sulla sedia ed ad un certo punto hanno aperto la porta io mi sono alzato anche se non riuscendo a stare in piedi mi hanno prima buttato a terra e poi con un taglierino sembrava mi hanno iniziato a lasciare segni sul braccio sinistro e dei segni di graffio sulla gamba malata e mi hanno dato anche a calci ma la persona era una sola, c’è da dire che ieri nel pomeriggio cosa che se ne sono accorti I miei fratelli hanno lasciato un biglietto sotto la porta con scritto “Sappi che ti vogliamo morto, soffrirai tanto”
A momento non mi sento bene ho dei mal di testa incredibili non mi reggo in piede oltre alla malattia e mi é salita anche la febbre. Ho un panificio a Battipaglia “Panificio da Roberto” e io mi chiamo Roberto maglio e ho 24 anni

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button