Cronaca

Nocera Inferiore, aggressione al Pronto Soccorso: la condanna del sindacato

"Permettere al personale sanitario e ai medici di poter operare in sicurezza e tranquillità”

Aggressione al Pronto Soccorso di Nocera Inferiore: la condanna del sindacato della Funzione Pubblica-Cgil di Salerno.

Aggressione al Pronto Soccorso di Nocera Inferiore

La legge 113/2020 sulla tutela delle professioni sanitarie dalla violenza degli utenti è stata una conquista importante, ma resta molto il lavoro di prevenzione da compiere per permettere al personale sanitario e ai medici di poter operare in sicurezza e tranquillità”, scrivono il segretario Generale della FP CGIL Antonio Capezzuto e il Coordinatore Provinciale Agro-Nocerino Sarnese Gennaro D’Andretta secondo i quali “è necessario nei piani per la sicurezza delle Aziende Sanitarie implementare i protocolli operativi con le forze di polizia”.

Il caso

Come riporta “Il Mattino”, tre persone di Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, hanno scatenato l’inferno al pronto soccorso dell’Umberto I di Nocera Inferiore, devastando i locali e picchiando il medico di turno. Secondo quanto hanno ricostruito i carabinieri del colonnello Rosario Di Gangi, un loro congiunto non avrebbe ricevuto le giuste cure e sarebbe stato trascurato. A distruggere il reparto sarebbero stati il figlio, la figlia e la nuora dell’anziano.

Articoli correlati

Back to top button