EconomiaPolitica

Agro. Sette Comuni uniscono le forze per intercettare i fondi europei

SAN MARZANO SUL SARNO. Il Comune di San Marzano sul Sarno è capofila di un partenariato di sette comuni dell’Agro per attingere ai fondi europei e partecipare al primo bando sulle azioni urbani innovative e lotta alla povertà indetto dall’Unione Europea.

L’accordo è stato ufficializzato  con apposita delibera votata all’unanimità della rinsediata Giunta comunale guidata dal sindaco Cosimo Annunziata. Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale erano state convocate nei mesi scorsi delle riunioni tra i sindaci dei Comuni di Angri, Sant’Egidio del Monte Albino, Corbara, Pagani, San Valentino Torio e Sarno.

Il protocollo di intesa avviato di iniziativa dell’Amministrazione Comunale di San Marzano sul Sarno prevede non solo la partecipazione condivisa al primo bando in scadenza, relativo a progetti sperimentali di contrasto alla povertà nelle aree degradate ma anche la costituzione di un coordinamento permanente tra i comuni di euro progettazione, che è stato denominato “Europa- Agro”.

Non appena reinsediato dopo il decreto del Consiglio di Stato ha voluto immediatamente dare corso alla progettualità avviata in questi mesi – dichiara il Sindaco Cosimo Annunziata – L’iniziativa fortemente voluta dalla nostra Amministrazione Comunale consentirà ora di lavorare ad un coordinamento tecnico operativo per attingere il più possibile alle diverse forme di finanziamento dell’Unione Europea. Un primo importante passo per condividere una logica di area vasta per garantire sviluppo sul territorio”.

Il coordinamento  vedrà la partecipazione dei dirigenti e amministratori dei comuni aderenti e avvierà una condivisione con europrogettisti per candidare i comuni aderenti alle diverse misure finanziabili dirette ed indirette dell’Unione Europea. “Abbiamo inteso partire da un primo bando relativo ad azioni urbane innovative e alla lotta alla povertà- dichiara il Sindaco Cosimo Annunziata – Un obiettivo significativo che dimostra l’attenzione verso le nostre comunità e la necessità di un impegno ancora più forte a sostegno delle famiglie e dei meno abbienti”.

Fonte: agro24

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button