Cronaca

Ad Agropoli cambia il comandante della polizia municipale, polemica sulla decisione di Mutalipassi

Agropoli, arriva il nuovo comandante della polizia municipale. Una decisione, quella del primo cittadino, che ha creato non pochi malumori

Fa discutere ad Agropoli la decisione del sindaco Roberto Mutalipassi di sostituire il comandante della polizia municipale. Un incarico che – a partire da sabato 1 ottobre – sarà ricoperto da Antonio Rinaldi, in passato al comando della polizia municipale di Capaccio Paestum. Prenderà il posto di Sergio Cauceglia.

Agropoli, arriva il nuovo comandante della polizia municipale

Una decisione, quella del primo cittadino, che ha creato non pochi malumori. In merito è intervenuto anche l’ex sindaco Adamo Coppola: “La notizia apparsa sulla stampa e confermata dalle voci che trapelano da palazzo di città sul cambio di comandante della Polizia Municipale di Agropoli è sconcertante!” ha scritto via social, proseguendo: “La figura dell’attuale comandante Maurizio Cauceglia ci sembra non sostituibile: il suo curriculum professionale è assolutamente impeccabile, i risultati raggiunti al vertice della polizia municipale sono eccellenti, c’è anche negli atti, sicuramente è tra i migliori comandanti in provincia di Salerno. Ho potuto verificare di persona i complimenti che ha più volte ricevuto in Prefettura”.

Coppola ha poi aggiunto: “In più ha doti umane invidiabili, ha capacità di equilibrio e mediazione e insieme una grande determinazione, per questo motivo è stimato dai suoi collaboratori e soprattutto è molto amato dai cittadini di Agropoli. Allora perché viene sostituito, tra l’altro a pochi anni dalla pensione? Sembra non sia simpatico a qualcuno che ne ha ordinato la capitolazione!

Mi appello al sindaco e alla giunta municipale di Agropoli, mi appello ai consiglieri comunali della mia città: Respingete questo ordine scellerato, sareste complici di un atto contro la vostra città oltre che contro le vostre coscienze. Se tutto ciò venisse confermato vi anticipo che comincerò, con l’aiuto del mio partito e di chi vorrà seguirci, una battaglia senza sosta, contro un atto che sarebbe la conferma ulteriore di intollerabile arroganza ed ingiustizia”.

Articoli correlati

Back to top button