Agropoli, divieto di fuochi d’artificio e alcolici sul territorio a Capodanno

Il Comune di Agropoli dice no ai botti e a tutti gli artifici pirotecnici. In occasione del concerto del primo gennaio stop alla vendita di alcolici

Il Comune di Agropoli dice no ai botti e a tutti gli artifici pirotecnici. In occasione del concerto del primo gennaio stop alla vendita di alcolici e superalcolici e spray urticanti.

Divieto di fuochi d’artificio e alcolici  ad Agropoli a Capodanno

Il Comune di Agropoli, tramite apposita ordinanza sindacale, ha disposto il divieto di accensione di artifici pirotecnici. Il provvedimento impone: il divieto a chiunque di far esplodere petardi o botti di qualsivoglia tipologia, in tutti gli spazi pubblici, strade, marciapiedi, isole pedonali, parchi, giardini del territorio comunale e in qualsiasi luogo frequentato da persone. Vietata anche la vendita su aree pubbliche di artifici pirotecnici. Non potranno essere venduti inoltre a minori, neppure quelli declassati a livello di gioco pirico.

Le sanzioni

Nel caso di illecito penale, scatta la denuncia all’Autorità giudiziaria. Inoltre, in occasione del concerto di Paolo Belli, in programma il 1 gennaio 2019, è vietata la vendita e somministrazione di alcolici e superalcolici su tutto il territorio comunale. Tale divieto interessa anche le altre bibite per asporto, se fornite in contenitori di vetro o materiale metallico. Stop anche alla vendita di spray urticanti. I trasgressori saranno sanzionati con multe fino a 500 euro.

TAG