Cronaca

Agropoli, furti nelle gioiellerie: rigettato il ricorso a 4 donne vicine al clan Marotta

Furti nelle gioiellerie: rigettato il ricorso per 4 donne vicine al clan Marotta di Agropoli. Ecco i dettagli legati alla decisione della Cassazione.

Rigettato il ricorso per le done del clan Marotta di Agropoli: rubarono nelle gioiellerie

Furti nelle gioiellerie: la Cassazione ha rigetto il ricorso di 4 donne legate al clan Marotta (noto anche come clan degli zingari) di Agropoli. Le persone in questione sono

  • Antonina Marotta di 48 anni
  • Silvana Marotta di 36 anni
  • Antonietta Marotta di 50 anni
  • Isabella Marotta di 45 anni

Gli avvocati difensori delle imputate avevano cercato di mettere in discussione l’attendibilità delle immagini di videosorveglianza delle gioiellerie: secondo quanto visionato, appare che le donne avrebbero toccato la merce e che non l’avrebbero rubata.

Di tutt’altro parere invece i giudici della Suprema Corte di Cassazione in Roma, i quali hanno dichiarato inammissibili tutti i ricorsi, sottolineando l’attendibilità di tutti i quadri probatori a loro carico ed il fatto che si tratta di “ladre professioniste gravate da plurimi precedenti specifici”, condannando ciascuna ricorrente al pagamento delle spese del procedimento e della somma di 3mila euro cadauna in favore della Cassa delle Ammende.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto