Cronaca

“Fisicamente sei qualcosa di mostruoso”, insulti sui social a ragazze: scoppia la bufera su un giovane politico ad Agropoli

Insulti sui social a ragazze, offese sul loro aspetto fisico: scoppia la bufera su un giovane politico ad Agropoli. La denuncia di un gruppo di ragazzi

Insulti sui social e body shaming. A finire al centro delle polemiche è un giovane politico di Agropoli. I fatti sono stati denunciati da un gruppo di ragazzi e ragazze agropolesi che hanno raccontato di aver ricevuto su Instagram messaggi offensivi sul loro aspetto fisico.

Insulti sui social, bufera su un giovane politico ad Agropoli

“Fisicamente parlando sei qualcosa di mostruoso”; “Se metti un po’ di chili diventi una bella ragazza, così veramente sei orribile”; “se io ero come te mi facevo schifo”.  Sono solo alcuni dei messaggi che i giovani hanno ricevuto sui social network. Non è chiaro se le frasi offensive siano arrivate dopo una lite o meno. In ogni caso, i ragazzi agropolesi si sentono turbati per le critiche ricevute e sperano che l’episodio non passi inosservato.

Che cos’è il body shaming

body shaming è un ciclone di commenti offensivi, sarcastici e velenosi, su chi si mostra “troppo grasso”, “troppo magro” o semplicemente ha un corpo che non corrisponde ai parametri imposti dalla società.

La replica

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota di smentita di Amin Nagmouchi, il giovane politico agropolese accusato di body shaming:

“Sono stato diffamato, calunniato e vittima di cyberbullismo da una ragazza che conoscevo benissimo con l’appoggio di un ragazzo gay. È nato tutto per scherzo, le frasi che avete potuto leggere sono state emanate con tono scherzoso e genuino, così come lei faceva nei miei confronti. Nonostante io abbia cercato di risolverla in via amichevole dal momento che la reputo una “ragazzata e bambinata” ma che può rovinare l’immagine di una persona, i due diretti interessati non ne hanno voluto sapere niente. Ho deciso di querelarli assieme alle forze mediatiche che hanno messo in risalto nome e cognome.

Tutto ciò è successo a mio modesto parere per una questione sentimentale. Il ragazzo gay ha voluto e cercato di legarsi sentimentalmente con il sottoscritto, dinanzi a un mio rifiuto (perché del tutto etero) ha deciso di vendicarsi influenzando questa ragazza. Quest’ultima invece si è mossa in maniera così viscida per pubblicità, notorietà e invidia nei miei confronti”.

Articoli correlati

Back to top button