Politica

Agropoli, il sindaco risponde alle affermazioni di “turismo di bassa qualità”

AGROPOLI. Riportiamo integralmente la replica del sindaco Adamo Coppola in seguito alle affermazioni di “turismo di bassa qualità” ad Agropoli.


«Accettiamo consigli per migliorarci, ma non critiche senza fondamento. Si descrive – prosegue – una depressa e antica Baghdad identificandola con una Agropoli che esiste solo nell’immaginazione di chi scrive.

La nostra Città è cresciuta negli ultimi anni, in termini di infrastrutture e servizi, tanto da non temere il confronto neppure con cittadine di oltre 200 mila abitanti. E così è stato anche per il turismo, dove i posti letto sono passati da meno di 800 a oltre 2000, in meno di dieci anni, con strutture eleganti e, talvolta, di alto profilo.

Queste, nei mesi di luglio ed agosto hanno fatto registrare, puntualmente, il tutto esaurito, come ci fa sapere la locale associazione di albergatori. E la maggior parte delle presenze erano provenienti dall’estero, in particolare Germania, Francia, Gran Bretagna, Spagna oltre che dal Nord Italia.

Sostanziosa certamente – riferisce – la presenza di turisti, titolari per lo più di seconde case, provenienti dal Napoletano e dalla zona dell’Agro-Nocerino-Sarnese, persone civili e ormai agropolesi di adozione, dotati di buone maniere.

Respingiamo al mittente – precisa – anche le offese mosse relative ad un’Agropoli violenta: siamo piuttosto noti per la nostra ospitalità. Qualche caso isolato di cronaca non può macchiare l’immagine di una Città e un comunità nota per la generosità e accoglienza. Alla luce di quanto detto – conclude il sindaco- ci riserviamo di adire le vie legali al fine di tutelare l’immagine del nostro paese».

 


 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button