Agropoli, tenta di uccidere il nuovo fidanzato della ex: semilibertà per i fratelli Iacomino

agropoli-fratelli-iacomino

I giudici del tribunale di Sorveglianza riconoscono ai fratelli Iacomino, Ciro e Gaetano residenti ad Agropoli, i benefici della semilibertà

I giudici del tribunale di Sorveglianza riconoscono ai fratelli Iacomino, Ciro e Gaetano residenti ad Agropoli, i benefici della semilibertà. I due tentarono di uccidere il nuovo fidanzato della ex di uno dei due.

Tentato omicidio adAgropoli, semilibertà per i fratelli Iacomino

Ciro, condannato a 7 anni e difeso dall’avvocato Leopoldo Catena, è accusato di aver premuto il grilletto e sparato a Raffaele Cairone, ritenuto dai due fratelli il nuovo fidanzato dell’ex compagna di uno di loro. Gaetano, difeso dall’avvocato Gallo del foro di Napoli, era stato invece condannato a 10 anni in quanto nel suo curriculum vitae aveva già piccoli precedenti. Nonostante il grave titolo di reato, tentato omicidio, i giudici hanno riconosciuto loro progressi dovuti alla loro vita da carcerati e hanno concesso loro la semilibertà.

I fatti

I due fratelli agirono mentre Cairone era con la ex di Ciro: si avvicinarono con la loro auto alla loro vettura sparato all’uomo colpendolo all’addome e alla spalla. L’episodio avvenne in pieno centro ad Agropoli.

TAG