Agropoli, tifoso morto a pochi metri dall’ospedale: rabbia e polemica

ospedale agropoli

Polemica ad Agropoli per la morte del tifoso del Brindisi: nonostante l'ospedale sia vicino allo stadio, l'ambulanza è stata costretta a dirottare su Eboli

Polemica ad Agropoli per la morte del tifoso del Brindisi: nonostante l’ospedale sia vicino allo stadio, l’ambulanza è stata costretta a dirottare su Eboli. I cittadini chiedono la riattivazione del pronto soccorso immediato.

Morte del tifoso del Brindisi: scoppia la polemica per l’ospedale

Ad Agropoli monta la polemica, oltre a tanta rabbia, per la morte di Francesco Bottiglieri, il 70enne tifoso del Brindisi morto dopo essere stato colto da un malore (a quanto pare un infarto) durante la partita tra la squadra locale e il Brindisi, disputatasi domenica.

Nonostante lo stadio Guariglia sia vicino all’ospedale civile, l’ambulanza che ha soccorso la vittima è stata costretta a dirottare sul nocomio di Eboli. Si tratta di una scelta che ha lasciato molti dubbi a chi ha dovuto vivere il dramma del 70enne puglie: infatti, l’ospedale civile di Agropoli è dotato di pronto soccorso ma purtroppo risulta fuori dalla rete di emergenza, cioè non attivo.

A nulla sono servite le richieste di riattivare lo stesso pronto soccorso. Vista la gravità dell’accaduto, in città è stata avviata una raccolta firme da inviare al Ministro della Sanità Giulia Grillo, affinché si possa intervenire sul nosocomio cilentano.

 

 

TAG