Cronaca

Agropoli, torna l'autovelox. Alfieri: «Se fosse stato possibile lo avrei attivato anche oggi»

AGROPOLI. «L’autovelox tra gli svincoli di Agropoli Sud e Nord verrà presto riposizionato»: ad annunciarlo il vicesindaco Adamo Coppola, che aggiunge: «il Consorzio Gives provvederà a breve a smontare la sua apparecchiatura, nel contempo abbiamo avviato la procedura di noleggio sul Mepa di un autovelox similare da attivare nei prossimi giorni, in attesa dell’espletamento della nuova gara di appalto». Il vice di Franco Alfieri, assessore al bilancio, precisa che «l’apparecchiatura per il controllo della velocità verrà attivata appena possibile». «Se fosse stato possibile lo avrei attivato anche oggi – sottolinea – ma contiamo di farlo per agosto, quando sul quel tratto di Cilentana aumenta notevolmente il numero di veicoli in transito. Non si tratta di una questione di soldi – evidenzia – ma il nostro scopo, come sempre, è quello di tutelare l’incolumità di chi percorre quel tratto di provinciale già teatro di incidenti, anche mortali».

Al termine dell’annullamento dell’affidamento del servizio al Consorzio Gives, toccherà al Comune gestire in economia il servizio per quattro mesi. In questo periodo, l’ente conta di essere in grado di aggiudicarsi l’appalto, che è in corso preparazione. A quel punto la gestione passerà alla nuova ditta che si occuperà anche dei verbali e il relativo invio.

Dietro la riettivazione dell’autovelox ci sono anche motivi legati al bilancio dell’Ente: «Se ho fatto una previsione di bilancio – precisa Coppola – che contempla un certo numero di verbali, visto che vi è un ritardo nell’espletamento della gara, il funzionario che ha ricevuto un’indicazione dal consiglio comunale deve mantenere tale previsione compiuta, attivando una procedura in economia una tantum. In caso contrario – conclude – deve dare comunicazione e spiegare il perché quel numero di verbali previsto non può essere raggiunto».

Fonte: La Città

 

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button