Cronaca

Aiutarono il boss Greco di Sant'Egidio: sotto accusa due carabinieri

SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO. Due carabinieri sono accusati di aver aiutato il boss Vincenzo Greco, che ha guidato per anni l’omonimo clan di Sant’Egidio del Monte Albino prima di avviare il percorso di collaborazione con la giustizia.

Il pubblico ministero Maurizio Cardea ha formulato le richieste di rinvio a giudizio, per i due carabinieri, che nel 2008 avrebbero aiutato il boss ad eludere i controlli, annunciandogli con almeno un giorno di anticipo perquisizioni e altre attività d’indagine.

Ora sono entrambi imputati, insieme al “pentito”, davanti al giudice.

I due militari, di Bari e Sant’Antimo, entrambi in servizio nel 2008 alla tenenza di Pagani rispondono uno di favoreggiamento e rivelazione di segreto d’ufficio; l’altro di corruzione e riciclaggio, perché secondo gli inquirenti avrebbe ricevuto da Greco (in cambio della collaborazione) un’Audi A3 a prezzo più basso di quello di mercato. Secondo gli inquirenti avrebbe anche lui avvisato il boss, tramite una donna, di perquisizioni e indagini che lo riguardavano.

Articoli correlati

Back to top button