Cronaca

Albanella, inquinamento nel torrente Cosa: sequestrata azienda zootecnica

Albanella, inquinamento nel torrente Cosa: sequestrata azienda zootecnica. Ecco i dettagli da parte delle forze dell’ordine. Emessa anche una denuncia.

Inquinamento ad Albanella: sequestro e denuncia

Prosegue l’impegno delle Forze dell’Ordine per prevenire e reprimere gli illeciti ambientali in provincia di Salerno. La nuova operazione, svolta in collaborazione con personale tecnico del Nucleo Provinciale Guardie Giurate Ambientali Accademia Kronos di Salerno, ha consentito di accertare che un imprenditore zootecnico, proprietario di un’azienda con oltre 400 capi bufalini, da tempo smaltiva illecitamente su suolo ed in un piccolo corso d’acqua affluente del torrente Cosa e quindi del fiume Calore, gli effluenti zootecnici unitamente ad altre tipologie di rifiuti.

Gli agenti accertavano, infatti, che i reflui liquidi venivano smaltiti su suolo nudo ed in un corso d’acqua mentre le parti solide venivano gestite in modo non conforme a quanto previsto dalla vigente normativa. Nel prosieguo dell’attività ispettiva il personale militare ed i tecnici dell’Associazione, verificavano anche le condizioni di detenzione del bestiame ed in particolare dei piccoli nati che benché momentanee venivano tempestivamente interrotte al fine di garantire che gli animali venissero allevati in condizioni etologicamente compatibili alla loro natura.

Al termine delle operazioni, supportate anche con l’ausilio della fluoresceina, si documentava anche l’illecito smaltimento delle acque di lavaggio della sala mungitura oltre ad un illecito smaltimento su suolo e nel suolo di inerti di origine edilizia, materiali plastici, ferrosi il tutto frammisto a lettiera e terreno vegetale su di una superficie di circa 5000 metri quadri nonché un innalzamento di quota realizzato anche in questo caso con apporto di rifiuti speciali non pericolosi su di una superficie di circa 7000 metri quadri.

Al termine delle operazioni il personale militare, valutata l’entità degli illeciti accertati, procedeva al sequestro dell’intero centro aziendale ed alla denuncia in stato di libertà dell’imprenditore.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button