Morì per una diagnosi sbagliata: sette medici indagati

alessandro

Sono sette i medici indagati per la morte di Alessandro Farina il 13enne di Pellezzano morto il 27 dicembre del 2017 all’ospedale Ruggi

Sono sette i medici indagati per la morte di Alessandro Farina il 13enne di Pellezzano morto il 27 dicembre del 2017 all’ospedale Ruggi, per quella che fu diagnosticata come una complicanza del diabete comune.

Alessandro morì per una diagnosi sbagliata: sette medici indagati

I sette medici indagati sono accusati di omicidio colposo e responsabilità colposa in ambito sanitario. Avrebbero – secondo l’accusa – «determinato» la morte dell’adolescente di Pellezzano, avvenuta per un edema celebrale e polmonare, secondario a una grave forma di chetoacidosi diabetica. Appunto, una complicanza del più comune diabete. Tra le accuse, la diagnosi tardiva della patologia e poi, di averla curata in malo modo.

Le accuse della Procura

Tra le accuse sollevate dalla Procura, le omissioni dei medici durante il ricovero di Alessandro. Una serie di disfunzioni «organizzative sia nel percorso di pronto soccorso che nella gestione del ricovero», sollevati anche dai consulenti medico – legali che lo scorso aprile avevano consegnato nelle mani del pm la relazione. In pratica il personale medico del “Ruggi d’Aragona” avrebbe ignorato i sintomi del diabete.


Fonte: Le Cronache, Il Mattino

TAG