Cronaca

Alessandro Orsini al Giffoni Film Festival, social infuriati: “Sostiene Putin e il fascismo”

Alessandro Orsini al Giffoni Film Festival, polemica sui social. La direzione del Festival non rinuncia alla sua idea di aprire un confronto

È già polemica per la presenza di Alessandro Orsini al Giffoni Film Festival. Il prossimo 27 luglio il saggista e studioso italiano sarà ospite del festival del cinema. Una presenza che – a dieci giorni dall’evento – ha già scatenato non poche polemiche. Sono bastati pochi minuti per alzare un polverone social circa la scelta della direzione del festival.

Alessandro Orsini al Giffoni Film Festival, scoppia la polemica

La direzione del Giffoni Film Festival ha già dovuto rispondere, spiegando che Alessandro Orsini incontrerà i giovani della sezione “Impact”, dai 18 ai 30 anni, per “discutere di attualità – è precisato nel regolamento del Festival – con lo sguardo rivolto al futuro e rispondere ai dubbi che hai lasciato, fino ad oggi, irrisolti”.

Ma perché tante polemiche per la presenza di Orsini? Quest’ultimo, spesso ospite di salotti televisivi nazionali, è accusato di essere filo Putin, anche se il diretto interessato ha sempre smentito. Inoltre, è stato più volte contestato per alcune sue frasi sul Fascismo pronunciate in diverse occasioni.

Tra le tante proteste, c’è quella via Twitter di Guido Crosetto che scrive: “Dopo le “Bimbe di Conte” ecco i “bambini di Orsini”. Nati come festival del cinema per ragazzi e finiti a luogo di parte. Complimenti per essere riusciti a rovinare una stupenda idea”. 

La replica

La direzione del Festival non rinuncia alla sua idea di aprire un confronto pubblico, anche con un personaggio divisivo come Alessandro Orsini. Quest’ultimo in passato è stato anche criticato per le sue parole su Napoli, sua città d’origine, definita “inferiore moralmente”. Ad ogni modo, la direzione del Gff spiega: “Giffoni è un territorio libero dove il pensiero è libero. Dove tutti sono liberi di esprimere le proprie opinioni. Abbiamo trattato temi sensibili coinvolgendo le diverse opinioni e ragioni e mettendole a confronto in un campo aperto e al di fuori di ogni preconcetto”.

Articoli correlati

Back to top button