Cronaca

Vittima di un errore giudiziario, dopo 14 anni Alfonso Bolognesi torna in servizio

Torna ad indossare la divisa dopo 14 anni

Era rimasto vittima di un errore giudiziario che gli è costato tre anni di carcere, con caparbietà fu assolto: oggi, dopo 14 anni, Alfonso Bolognesi torna in servizio.

Vittima di un errore giudiziario, Alfonso Bolognesi torna in divisa

L’uomo, residente a Pontecagnano Faiano, torna ad indossare la divisa dopo 14 anni e dopo lo scandalo di cui era innocente. Sulla sua sventura sarà presto nelle librerie d’Italia il libro “Vittima innocente: la storia di un errore giudiziario” scritto da Raffaele Crisileo avvocato che ha seguito Bolognesi nel suo processo giudiziario.

Il processo

La divisa tanto amata da Bolognesi gli venne tolta nell’ottobre del 2008, mentre era in servizio presso la stazione di Castel Volturno-Pinetamare. Fu arrestato nell’ambito di un’indagine della Dda di Napola: fu accusato di essere la talpa di Setola. L’accusa contestata era aver aiutato il boss a mettersi in fuga.

La condanna

Dopo ben cinque processi fu condannato a quattro anni di carcere per corruzione con aggravante mafiosa, scontandone poi tre e mezzo.

Nel 2019, uno spiraglio di luce: arriva la sentenza di assoluzione ottenuta in un processo sempre per corruzione nell’ambito di omissioni a controlli di un esercizio commerciale a Castel Volturno che deteneva delle macchinette videopoker. I giudici hanno poi deciso di revisionare la sua sentenza, decidendo così di assolverlo definitivamente dalla condanna a quattro anni.

Articoli correlati

Back to top button