Cronaca

Alimenti non tracciati e condizioni igieniche precarie: sequestri e chiusure

I carabinieri del Nas hanno provveduto a sequestrare alimenti non tracciati e a chiudere locali in condizioni igieniche precarie nel salernitano e in altre province della Campania.

Locali chiusi e alimenti sequestrati

Nell’ambito della sicurezza alimentare il Nas di Salerno dopo aver controllato esercizi di ristorazione, panificazione, pasticcerie, macellerie, bar e rivendite di alimenti ubicati in Salerno, Battipaglia, Campagna, Pagani, Mercato San Severino, Auletta, Fisciano, Roccabascerana (AV), Montesarchio (BN), S.Agata dei Goti (BN) e Solofra (AV) ha sequestrato oltre 1.600 kg di alimenti non tracciati.

In Salerno, Battipaglia, Fisciano e Sant’Agata dei Goti (BN), inoltre, con la collaborazione di personale delle locali AASSLL, venivano chiusi un bar, due depositi di alimenti annessi a pasticcerie e due laboratori di produzione dolciaria a causa delle precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali rilevate negli ambienti ispezionati.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button