Cronaca

Polla, dissequestrato l’altare del Settecento ritrovato la scorsa settimana

Arriva il chiarimento in merito alla vicenda dell’altare ritrovato a Polla e inizialmente situato in una cappella privata a Curti, in provincia di Caserta, e successivamente in un negozio di antiquariato.

Altare del Settecento ritrovato a Polla, i chiarimenti

Come illustrato dall’avvocato Giovanni Peluso, l’altare marmoreo era stato posizionato in un locale di antiquario fino all’arrivo dei carabinieri della stazione di Polla e della Compagnia di Sala Consilina che hanno provveduto al sequestro dello stesso.

Il dissequestro

Il provvedimento di sequestro della Procura della Repubblica del Tribunale di Lagonegro è stato revocato dal Tribunale del Riesame di Potenza. Il provvedimento di sequestro, così come l’indagine penale, hanno riguardato esclusivamente Giorgio Mellucci (legittimo proprietario dell’altare), mentre Mariano Coronato (l’antiquario di Polla) non è risultato neppure indagato, tanto è che egli non ha dovuto nominare neppure un difensore di fiducia.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button