Anas: dieci arresti, tra questi un salernitano

L'inchiesta della Guardia di Finanza e della Procura di Roma ha portato all'arresto di 10 tra funzionari pubblici corrotti, imprenditori, avvocati e politici.

SALERNO. L’inchiesta della Guardia di Finanza e della Procura di Roma ha portato all’arresto di 10 tra funzionari pubblici corrotti, imprenditori, avvocati e politici.

Antonella Accroglianò, dirigente responsabile del coordinamento amministrativo dell’Anas è indicata dagli investigatori come la “Dama nera” dell’azienda, i due dirigenti Oreste De Grossi e Sergio La Grotteria e i due funzionari Giovanni Parlato (nato a Salerno) e Antonino Ferrante, sono solo alcuni degli arrestati.

In un caso gli investigatori fermano uno dei funzionari, proprio Parlato, con tre buste contenenti complessivamente 25mila euro, una parte di una mazzetta da 150mila.

Gli altri cinque destinatari dei provvedimenti, per ora agli arresti domiciliari, sono due imprenditori catanesi, Concetto Bosco Lo Giudice e Francesco Costanzo, un imprenditore friuliano Giuliano Vidoni, l’avvocato calabrese Eugenio Battaglia e l’ex sottosegretario alle infrastrutture Luigi Meduri. 

TAG