Atti osceni davanti scuola: identificato grazie al racconto di una 13enne

Atti osceni davanti una scuola ad Angri. Responsabile identificato grazie al racconto di una 13enne. Denunciato per atti osceni in luogo pubblico

ANGRI. Atti osceni davanti una scuola ad Angri. Responsabile identificato grazie al racconto di una 13enne che raccontò il triste epilogo alla madre, la quale immediatamente fece partire la segnalazione ai carabinieri. 

Atti osceni davanti una scuola ad Angri: identificato grazie al racconto di una 13enne

Atti osceni davanti la scuola “Giustino Fortunato” di Angri. Il responsabile, un uomo di 44 anni residente nel napoletano, è stato identificato grazie alla testimonianza di una 13enne. Lo scorso 12 febbraio, si recò a bordo della sua auto nei pressi dell’Istituto tecnico commerciale di Angri. Dall’interno della sua auto l’uomo cominciò a compiere atti di auto erotismo, incurante delle persone e studenti.

Una minorenne lo notò e si allontanò spaventata.Grazie alle indagini dei carabinieri, è stato possibile risalire all’identità dell’uomo, denunciato per atti osceni in luogo pubblico. Emesso un decreto penale di  condanna dal Tribunale di Nocera Inferiore. 


Fonte: Il Mattino

TAG