Angri, commerciante aggredito: aveva “sgridato” un padrone per la pipì del cane davanti al negozio

Maurizio-Orlando

Angri, aveva rimproverato il padrone di un cane perché l'animale aveva fatto i bisogni davanti al negozio. Aggredito il commerciante Maurizio Orlando

Angri, aveva rimproverato il padrone di un cane perché l’animale aveva fatto i bisogni davanti all’ingresso del suo negozio. Aggredito il commerciante Maurizio Orlando. L’uomo è stato colpito alla testa con il manico di un coltello.

Angri, commerciante aggredito dal padrone di un cane

L’episodio è accaduto  all’interno del negozio di calzature «Peppe ’o piezz» in corso Italia. È stato necessario l’intervento dei carabinieri e degli agenti della polizia locale per evitare che la situazione degenerasse. L’aggressore, un 70enne, ha assalito il commerciante  Maurizio Orlando, contitolare dell’attività commerciale insieme al fratello Stefano.

L’aggressione

Il negoziante sarebbe stato aggredito per essersi avvicinato all’anziano e per avergli chiesto con gentilezza di non consentire al
suo cane di fare i bisogni davanti all’ingresso del negozio. Il 70enne è piombato nel negozio con un coltello tra le mani; si è avvicinato
al negoziante, facendogli capire che non aveva gradito il rimprovero. La discussione è sfociata in un’aggressione. Lo sconosciuto, che sarà successivamente identificato dai carabinieri, si è avventato con violenzacontro Maurizio Orlano.

A quel punto il commerciante ha reagito per difendersi, supportato anche dal figlio e dal fratello. È nata una colluttazione nel corso della quale l’anziano ha impugnato il coltello e con il manico ha più volte colpito Orlando alla testa. Il negoziante è finito in ospedale con una vistosa ferita alla testa, suturata poi con tre punti.

TAG