Cronaca

Angri: riapre ufficialmente lo stadio “Pasquale Novi”

ANGRI. Terminati i lavori di restyling al manto erboso, riapre allo sport cittadino lo stadio “Pasquale Novi” di Angri. Nell’impianto è stato installato un tappeto di gioco in erba sintetica, che sostituisce dopo anni un manto erboso lasciato spesso all’incuria, che aveva costretto ad “emigrare” tutte le formazioni calcistiche cittadine, a partire dall’Us Angri, portabandiera del pallone cittadino.

Completato il primo step

La posa in opera della nuova superficie in sintetico è solo il primo step del restyling previsto per l’impianto. Si avviano infatti a completamento anche gli altri lavori che comprendono la ristrutturazione degli spogliatoi esistenti, la creazione di nuovi locali adibiti a spogliatoi e l’accesso al terreno di gioco direttamente dalla Tribuna. E’ stato inoltre abbattuto il muro perimetrale in cemento che anni fa ospitava la Curva, per ripulire ed ottimizzare lo spazio adiacente e retrostante l’ingresso principale.

Il nuovo settore Ospiti e l’illuminazione

Nel nuovo settore Ospiti si è provveduto a creare le uscite di sicurezza prima del montaggio della Curva, mentre saranno ripristinati i servizi igienici. Si procederà alle riparazioni delle torri fari – tre delle quali risultano completamente inutilizzabili – e della caldaia.

Il sindaco Cosimo Ferraioli: “Presto il settore Distinti”

Il sindaco della città doriana Cosimo Ferraioli è già proiettato ai prossimi interventi: “Lavoreremo per realizzare il nuovo settore Distinti nel più breve tempo possibile, per trasformare un campo sportivo in uno stadio vero, che possa essere l’elemento strutturale fondamentale su cui pianificare il rilancio del calcio angrese”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto