Inchiesta

Ecco l’app per parlare e fare selfie con i morti

La app è stata realizzata da Elrois, un’azienda coreana specializzata in tecnologie 3D. La tecnologia tridimensionale infatti è fondamentale per far funzionare l’applicazione Android. Ma come funziona l’app? In sostanza prima di tutto richiede di scannerizzare in 3D la persona che si vuole vedere, ad esempio un parente morto. In questo modo sarà possibile realizzare un avatar del proprio caro estinto, facendolo comparire ogni volta che si vuole in una foto.

Non è finita qui però, perché tramite l’intelligenza artificiale, la applicazione consente di dialogare con l’avatar della persona cara morta. Un modo per unire l’aldilà con il presente, facendo sentire meno solo chi ha perso qualcuno che amava.

Gli stessi tecnici della società infatti hanno svelato di aver realizzato l’app proprio per aiutare chi soffre per la mancanza di qualcuno di caro. “Abbiamo progettato la app  – ha spiegato Eun Jin Lim di Elrois – per chi ha perso un membro della sua famiglia”. L’esperto ha spiegato di aver avuto l’idea dell’applicazione dopo aver perso la nonna.

Quando l’anziana è venuta a mancare Eun Jin Lim si è pentito di non aver scattato qualche foto con lei da tenere come ricordo. “Per esperienza personale – ha raccontato -, ho perso mia nonna qualche anno fa e rimpiango molto di non avere alcuna foto insieme a lei. In quel caso sarebbe stato bello poter usare i nostri avatar”.

Articoli correlati

Back to top button