Cronaca

Eboli, arrestati due imprenditori coinvolti nella “guerra del latte”: sono accusati di tentata estorsione

Arrestati imprenditori coinvolti nella "guerra del latte" accusati di estorsione tentata nei confronti del titolare di una azienda agricola

carabinieri di Eboli hanno fermato due imprenditori, arrestati con l’accusa di tentata estorsione. In particolar modo i militari – come riportato dall’edizione odierna del quotidiano La Città – hanno tratto in arresto ad Albanella l’imprenditrice E.B., legale rappresentante del caseificio La Bufalat a Matinella. In manette anche G.S., imprenditore originario di Vico Equense vicino al Clan Cesarano di Ponte Persico.

Guerra del latte, due imprenditori arrestati per tentata estorsione

Nei confronti dei due imprenditori l’accusa è di tentata estorsione con utilizzo del metodo mafioso. Secondo le accuse, E.B., aveva con il padre della vittima, gestore di una azienda agricola degli Alburni, 65mila euro di credito. Si sarebbe rivolta a G.S al fine di recuperare tale somma. L’imprenditore del Napoletano avrebbe più volte intimato alla vittima di restituire i soldi, arrivando a minacciarlo di morte e di far saltare la sua attività in aria.

 

Articoli correlati

Back to top button