Cronaca

Ascea, padre-orco arrestato a Roma per abusi sui figli adolescenti

Abusi sui figli ad Ascesa, scatta l’arresto. In data 20 settembre 2019, in Roma, militari della Compagnia Carabinieri di Vallo della Lucania, diretti dal cap. Annarita D’Ambrosio, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, hanno dato esecuzione ad una misura cautelare in carcere nei confronti di un soggetto residente nella capitale. L’uomo deve rispondere di maltrattamenti in famiglia per degli episodi di violenza commessi nei confronti dei due figli minori di 12 e 13 anni.

Arresto per abusi sui figli ad Ascea

L’indagine nasce da una segnalazione raccolta dal personale della Stazione Carabinieri di Ascea, successivamente sviluppata dal personale della Sezione Operativa del Comando Compagnia Carabinieri di Vallo della Lucania, diretta dal ten. Serafino Palumbo, la cui attività ha permesso di far luce sulla difficile quotidianità dei minori.

Il padre, di origini romane ma domiciliato in Ascea, aveva ricevuto in affidamento i figli in seguito alla separazione dalla moglie, quindi si trovava ad essere l’unico punto di riferimento per i due adolescenti.

Le indagini

A rendere il quadro ancora più doloroso, l’ombra della violenza sessuale che sarebbe stata perpetrata nei confronti della figlia proprio dalla figura che, più di ogni altra, avrebbe dovuto proteggerla. Anche in questa triste vicenda, la capillare presenza dell’Arma dei Carabinieri sul territorio, ha permesso di scorgere i segnali di un disagio sociale importante, consentendo ai militari di aiutare i minori che non avevano altro punto di riferimento oltre il padre.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button