Cronaca

Arresto Squecco, il presidente Humanitas: “Così volevano dividersi le postazioni del 118”

Il business delle ambulanze e l'arresto di Roberto Squecco. Emergono dettagli dalle dichiarazioni di Roberto Schiavone dell'Humanitas

Emergono altri dettagli sull’inchiesta che ha portato all’arresto di Roberto Squecco. Dettagli che vengono forniti da Roberto Schiavone, presidente dell’Humanitas secondo il quale il gruppo di Capaccio scalzò l’Humanitas, attiva nel settore da 35 ani, grazie ai buoni rapporti di Squecco con l’Asl.

Arresto di Roberto Squecco, il business delle ambulanze

Come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino, Schiavone ha anche sottolineato che nel 2016 fu costretto ad abbandonare la postazione 118 di Licinella. In quell’occasione infatti gli fu revocato l’utilizzo della suddetta postazione “senza una valida motivazione” per far spazio alla Croce Azzurra di Agropoli su decisione dell’allora sindaco agropolese Voza.

Articoli correlati

Back to top button