Cronaca

Arresto Squecco, l’allarme del procuratore Borrelli: “La camorra nel salernitano c’è ed è forte”

Nuovo allarme lanciato dal procuratore capo Giuseppe Borrelli in seguito all'operazione Croci del Silaro: "La camorra nel salernitano c'è"

Nuovo allarme lanciato dal procuratore capo Giuseppe Borrelli in seguito all’operazione Croci del Silaro: “La camorra nel salernitano è più presente di quanto non si possa pensare. C’è, è reale, si infiltra nel tessuto sociale ed economico e non soltanto nella Piana del Sele. È in tutta la provincia, ed anche nel capoluogo”.

“La camorra nel salernitano c’è”, l’allarme di Borrelli

Durante la conferenza stampa di ieri mattina alla cittadella giudiziaria, il procuratore capo di Salerno ripercorre l’excursus criminale di Roberto Squecco a partire dai suoi rapporti con Giovanni Marandino, il precedente arresto, la condanna, il corteo di ambulanze per festeggiare la vittoria del sindaco Franco Alfieri, gli investimenti fatti attraverso metodi illegali.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button