Cronaca

Ascea, ruba la corda che protegge il nido di caretta: tartarughe a rischio

Inciviltà ad Ascea: ruba la corda che protegge il nido di caretta. Le tartarughe rischiano di essere calpestate. La denuncia arriva dal Centro ricerche marine, in cui gli esperti, insieme ai volontari dell’Enpa, stanno monitorando i due nidi di Ascea e San Mauro Cilento.

Ascea, ruba la corda che protegge il nido di tartarughe

Ruba la corda che delimita il nido di caretta mettendo le tartarughe in serio rischio. La segnalazione proviene dal Centro ricerche marine e dall’Enpa.

“Ci abbiamo pensato un po’ prima, se fosse il caso di rendere pubblica la notizia o meno. Perché non vogliamo avviare pubbliche lapidazioni (e vi preghiamo di non farlo) – Però vorremmo dire alla persona che, prima che montassimo il presidio al nido di Ascea (quello due discese dopo il Sunset), ha rubato la corda di recinzione facendoci trovare solo i pali, che se avesse aspettato il nostro arrivo e ce l’ avesse chiesta, la corda gliel’ avremmo regalata”, fanno sapere.

“Col suo gesto, oltre ad aver compiuto un furto, e non ci sono altri modi per definirlo, ha messo a rischio la nidificazione di una specie in via d’ estinzione, e che tanti si sono adoperati a segnalare, identificare e proteggere con amore – aggiungono dal centro – Infatti come vedete ci sono anche delle pedate accanto al punto di emersione dei piccoli. Ovviamente un nido senza corda viene calpestato”.

 

Articoli correlati

Back to top button