Cronaca

Il padrone di casa entra in camera e la palpeggia: donna sotto shock in Cilento, malore per il suocero

Ascea, donna palpeggiata dal padrone della casa vacanze. La donna si è presentata dai carabinieri in compagnia del marito

Shock ad Ascea dove una donna sarebbe stata palpeggiata dal padrone della casa dove stava trascorrendo le ferie con la famiglia. Un episodio che risale a qualche giorno fa, quando la donna si è presentata alla locale caserma dei carabinieri in evidente stato di shock in compagnia del marito come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Ascea, donna palpeggiata dal padrone della casa vacanze

Stando a quanto riferito dalla coppia ai militari, la donna si trovava nella camera da letto quando sarebbe giunto il padrone di casa. L’uomo, un anziano di oltre 80 anni, avrebbe iniziato a palpeggiare insistentemente la donna. È accaduto all’interno della casa dove la donna ed il marito stavano trascorrendo qualche giorno di vacanza nella località cilentana.

L’attenzione del marito e di altri parenti sarebbe stata richiamata dalle urla della donna. A quel punto l’80enne si sarebbe allontanato subito. Inoltre, il suocero della donna si sarebbe sentito male, tanto da rendere necessario il trasferimento all’ospedale ‘San Luca’ di Vallo della Lucania.

La violenza sessuale ad Ascea

Solo pochi giorni fa, sempre ad Ascea, una ragazza sudamericana sarebbe stata violentata. La 28enne ha denunciato di aver subito la violenza da parte di un 50enne del posto al quale aveva chiesto un passaggio in auto per raggiungere Ascea Marina. La giovane, da tempo residente in Cilento, si è presentata al comando di Polizia Municipale di Ascea nella mattinata di sabato 23 luglio. In lacrime, la giovane ha raccontato quanto accaduto poche ore prima. Nella serata di venerdì era in strada, in attesa di un passaggio in auto per arrivare alla frazione Marina. Il 50enne si è subito fermato facendola salire a bordo della sua auto e durante il tragitto avrebbe iniziato a toccarla, fino a farle violenza.

Appena possibile, la 28enne è scesa dall’auto e si è data alla fuga. In lacrime, si rivolta subito ad alcune amiche le quali le hanno consigliato di denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine. E così la 28enne si è recata presso il comando di Polizia Locale dove ha sporto denuncia. Sono bastate poche ore per risalire al responsabile, prontamente denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania. Il 50enne deve rispondere dell’accusa di violenza sessuale nei confronti della ragazza sudamericana

Il racconto

La giovane ha raccontato quanto accadutole al comandante Cerasuolo e ad una vigilessa. È stata rassicurata dai due agenti i quali hanno acquisito tutti gli elementi necessari per avviare le indagini e risalire al responsabile. Ora indaga la Procura di Vallo della Lucania, mentre la comunità di Ascea è attonita per quanto accaduto lo scorso weekend.

Articoli correlati

Back to top button