Cronaca

L’asilo degli orrori: si chiude con la prescrizione il processo di primo grado

BATTIPAGLIA. Si chiude con la prescrizione il processo di primo grado sulle vicende dell’asilo privato «Gnomi e Folletti» di Battipaglia.  Il giudice monocratico del Tribunale di Salerno, Marilena Albarano, ha dichiarato la prescrizione per coloro che erano stati accusati di presunti maltrattamenti su minori, lesioni personali, ingiuria, sequestro di persona e violenza privata.



Gli episodi oggetto del processo, in cui si erano costituiti parte civile cinque famiglie dei piccoli allievi (attraverso gli avvocati Marco Martello, Silverio Sica e Gaetano Brescia), secondo le accuse, erano iniziati nel 2003 quando i bambini sarebbero stati umiliati con parole volgari, picchiati e rinchiusi per ore in un freddo e buio stanzino.

Questo l’impianto accusatorio, formulato dal sostituto procuratore Maria Carmela Polito, ma c’è da dire che mai nessuno dei piccoli scolari affidati alle cure delle maestre sarebbe tornato a casa con i segni delle percosse.

Più di 20 udienze sono state celebrate prima del verdetto di ieri. Sugli abusi nell’asilo non ci solo colpevoli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button