Associazione mafiosa e riciclaggio: interrogato Attanasio

bisogni-attanasio-di-maio

L'imprenditore di Pontecagnano Giovanni Attanasio, dopo l'arresto di cinque giorni fa, è stato interrogato per circa due ore nel carcere di Piacenza

PONTECAGNANO FAIANO. L’imprenditore di Pontecagnano Giovanni Attanasio, dopo l’arresto di cinque giorni fa, è stato interrogato per circa due ore nel carcere di Piacenza.

Interrogato Attanasio in carcere: ascoltato per due ore per i casi di associazione mafiosa e riciclaggio in favore dei Pecoraro-Renna

Giovanni Attanasio, l’imprenditore di Pontecagnano arrestato cinque giorni fa nell’operazione della Guardia di Finanza per associazione mafiosa finalizzata alla frode fiscale e al riciclaggio in favore del clan Pecoraro-Renna, è stato sottoposto a un lungo interrogatorio presso il carcere di Piacenza dove è attualmente detenuto. Dopo due ore di colloquio, Attanasio avrebbe risposto a tutti i punti dell’accusa.

Oltre ad Attanasio, sono stati ascoltati anche i pentiti Raffaele Del Pizzo e Sabino De Maio, i quali hanno rivelato alcuni particolari della psicologia di Attanasio, reputandolo come un uomo molto influente all’interno dell’organizzazione dei Pecoraro: sarebbe stato questo a permettere all’imprenditore di creare il suo potere economico su tutta l’area della Piana del Sele.

Proprio in questi ultimi giorni, il pentito Sabino Di Maio aveva rivelato che nel 2008 avevano pensato di rapire Giovanni Attanasio


Fonte: La Città

TAG