Assolta consulente salernitana che fu accusata di falso e esercizio abusivo

Assolta una consulente fiscale. Era stata accusata di falso ed esercizio abusivo della professione. Per l'accusa, la donna aveva falsificato un atto

SALERNO. Assolta una consulente fiscale salernitana. Era stata accusata di falso ed esercizio abusivo della professione. Secondo il giudice Paolo Valiante, non ci sarebbero prove a sostegno della colpevolezza della donna. Per l’accusa, la donna aveva falsificato un atto di successione per la cugina.

Il pm aveva chiesto la condanna della consulente

Per i fatti avvenuti nel 2014,il pm aveva chiesto la condanna a 6 mesi e 200 euro di risarcimento. Sono state ritenute valide le tesi difensive dell’avvocato Alba D’Antonio che in dibattimento ha dimostrato che non si poteva accertare che la consulente avesse realmente falsificato le carte, né tantomeno l’esercizio abusivo dal momento che la donna non ha percepito alcuna remunerazione comprovabile. L’assoluzione emessa dal giudice Paolo Valiante ha confermato la solidità di tale difesa.

TAG