CronacaPoliticaSpeciale elezioni

Ballottaggio, Egidio Mirra neutrale: «Deluso dalle scelte di Lanaro»

BATTIPAGLIA. Egidio Mirra, comunque vada il ballottaggio, sarà eletto in consiglio. Il più volte consigliere comunale, con una lettera aperta, ha manifestato la propria neutralità, sostenendo di non appoggiare né Cecilia FranceseGerardo Motta. Il noto dentista, non ha risparmiato un commento sull’appoggio di Enrico Lanaro a Motta.

«Uno slogan della mia campagna elettorale è stato: c’è bisogno di politica. Facile profezia in una città dove il confronto politico si è incarnato in persone, piuttosto che in programmi, e quando ci sono di mezzo i personalismi, la politica scompare. Ahimè, non è stato esente il mio schieramento, dando lunga prova di inadeguatezza politica, esasperata da protagonismi e lotte intestine che ci hanno fatto perdere di vista le motivazioni profonde di un impegno e di una proposta amministrativa. Purtroppo, assistiamo anche per il ballottaggio al movimento di pedine su un campo di battaglia tutto immaginario, che per nulla si preoccupa di fare scelte motivate da obiettivi per la città. In tal senso – scrive Mirra – mi sono incomprensibili le fragili motivazioni di Enrico Lanaro a sostegno di una scelta cui sarà pervenuto in assoluta solitudine, coerente con una condotta elettorale che ha contribuito non poco al nostro deludente risultato. Mentre è evidente in entrambi l’impronta conservatrice e di destra, resta pienamente un’incognita il profilo di governo di Cecilia Francese e di Gerardo Motta, al di là delle poche e solite ricette buone per tutte le stagioni .

Un’incognita tale mi impedisce di indicare un sostegno per l’uno o per l’altro. In casi del genere si dice: al ballottaggio lascio libertà di scelta. Ma i miei elettori sono stati sempre liberi, come lo sono e lo sarò sempre io nella vita e in politica. Mi confronterò in Consiglio Comunale con il Sindaco eletto chiunque esso sia, tenendo sempre come orizzonte gli interessi del territorio, in rappresentanza del PD e del campo politico del centrosinistra. Una volta rimosse le macerie di una tornata elettorale tutta da dimenticare, insieme ai tanti amici e compagni orfani della politica, sapremo ricostruire una proposta amministrativa e un personale politico degno della nostra storia e della nostra città».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button