Cronaca

Usa alcol per accendere lo zampirone: bimba travolta dalle fiamme, trasportata d’urgenza a Napoli

Bambina ustionata per accendere zampirone: paura a Capaccio Paestum. È accaduto nel pomeriggio di ieri, giovedì 25 agosto

Resta ricoverata all’ospedale Cardarelli di Napoli la bambina ustionata nel tentativo di accendere uno zampirone. È accaduto a Capaccio Paestum, dove una bambina napoletana – in vacanza con la famiglia nella Città dei Templi – si trovava con i genitori nel giardino di una villetta a pochi passi dal litorale come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Bambina ustionata per accendere zampirone: paura a Capaccio Paestum

È accaduto nel pomeriggio di ieri, giovedì 25 agosto, quando la piccola si trovava con i genitori nel giardino di una villetta a pochi passi dal litorale, dove stavano trascorrendo qualche giorno di vacanza. La bimba, a causa della fastidiosa presenza di zanzare, ha provato ad accendere uno zampirone a forma di spirale. Inizialmente non ci è riuscita, e così ha pensato di aiutarsi utilizzando una bottiglia di alcol. Nel giro di pochi istanti il ritorno di fiamma ha travolto in pieno la bimba, con le fiamme che non le hanno lasciato scampo.

La bambina, dunque, è rimasta gravemente ustionata, con strazianti urla di dolore. I genitori sono rimasti sotto shock e hanno allertato immediatamente i soccorsi. Sul posto è giunta una ambulanza medicalizzata dell’Associazione Napoli Soccorso in servizio presso la postazione di Licinella. La piccola è stata trasferita all’ospedale di Battipaglia, in codice rosso dove il personale sanitario ha riscontrato bruciature gravi sul 40% del corpo.

Il trasferimento a Napoli

sanitari, alla luce della situazione critica, hanno disposto il trasferimento della bambina presso il reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli, avvenuto in eliambulanza. La bambina è stata travolta dalle fiamme dall’ombelico al collo, ma fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita.

Articoli correlati

Back to top button