Baldi: «Il sindaco vada a casa»

CAVA DE’TIRRENI. «Non equivochiamo. Non confondiamo i cittadini. Il mio intervento ha voluto solo smascherare il gioco delle tre carte del sindacuccio Marco Galdi – spiega Germano Baldi, esponente del partito Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale – il quale, mentre chiama alla responsabilità i consiglieri comunali a lavorare per la città al di fuori dei partiti, maestro […]

CAVA DE’TIRRENI. «Non equivochiamo. Non confondiamo i cittadini. Il mio intervento ha voluto solo smascherare il gioco delle tre carte del sindacuccio Marco Galdi – spiega Germano Baldi, esponente del partito Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale – il quale, mentre chiama alla responsabilità i consiglieri comunali a lavorare per la città al di fuori dei partiti, maestro dell’incoerenza politica, vuole continuare ad amministrare con una Giunta dei partiti. Coerenza e dignità politica consiglierebbero le dimissioni immediate, senza se e senza ma. Pur di restare attaccato alla poltrona, alimenta lo spauracchio della perdita dei finanziamenti regionali che lui vuole usare per continuare a prendere in giro i cavesi, promettendo interventi di riqualificazione delle frazioni, cosa che poteva fare ma non ha fatto in questi cinque anni. Deve essere mandato a casa – conclude Baldi – per evitare che faccia altri guai».

TAG