Baronissi: cade l’Amministrazione Valiante, approvata mozione di sfiducia

Durante il consiglio comunale svolto oggi lunedì 18 febbraio,  è stata  discussa e approvata la mozione di sfiducia al sindaco Gianfranco Valiante

Durante il consiglio comunale svolto oggi lunedì 18 febbraio, è stata  discussa e approvata la mozione di sfiducia al sindaco Gianfranco Valiante. Dopo diverse ore discussione è giunto l’epilogo dell’Amministrazione Valiante. Sciolto immediatamente il Consiglio. Di seguito le dichiarazioni di voto. 

Dichiarazioni di voto favorevoli alla mozione di sfiducia

Cosimato, De Simone, Notari, Siniscalco, Coppola Negri, Maranzano, Moscatiello, Ingino, Ladalardo, Landi.

Dichiarazioni di voto sfavorevoli alla mozione di sfiducia

Genovese, Rocco, Melchiorre, Pasquile, Barrella.

L’intervento di Valiante dopo aver ascoltato i consiglieri

«Oggi sono molto sereno, pur nella considerazione assoluta delle ragioni di tutti i consiglieri, perché rispondo delle mie azioni, del mio operato politico, alla mia coscienza e alla comunità.

A 97 giorni dal voto, persone che prima si sono fronteggiate,  hanno scelto poi di fare fronte comune per porre fine alla consiliatura.

Sono oggetto di questa mozione perché attualmente non ho la maggioranza.

Questo perché quando 5 anni fa, di questi tempi, si scontravano all’interno della compagine delle personalità nessuna intesa fu possibile. Arrivarono ad un compromesso e scelseo me come candidato.

 Non sono un tagliatore di teste, ho sempre lavorato per l’inclusione, per il recupero delle persone, ho sempre pensato alla squadra e su quei “no” si sono creati i primi dissapori.

Io pago questi rancori, inimicizie storiche. Sfiduciare a 97 giorni dalla fine della consiliatura rappresenta un atto di irresponsabilità rispetto alle opere ancora in corso di realizzazione: il contratto Erp nelle frazioni, asilo nido Antessano, riqualificazione e efficentamento alloggi popolari, campetto Caposarangnano, impianti condotte fognarie, la città della medicina. Io spero che il commissario e il nuovo sindaco possano portare a compimento queste opere. 

Mi atterrò alla decisione del consiglio, ovviamente diremo ai cittadini quello che è accaduto sperando di capire da voi quali sono i programmi elettorali e i progetti alternativi al nostro e vi farò pervenire una pubblicazione del nostro programma elettorale 2014-2019 con i cinque libri di quanto realizzato per verificare se abbiamo risposto o meno con il lavoro alle aspettative della città»

Il commento di Valiante sulla sfiducia

«E’ una sfiducia che nulla ha a che fare con la politica vera. Resto testa alta ben consapevole di aver dato il massimo alla mia città con risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

Sono rispettoso del voto del Consiglio ma la sfiducia votata, frutto purtroppo di ripicca o posizioni personali, è solo figlia della politica politicante, frustrazioni e interessi neppure reconditi di cui la gran parte dei cittadini, per fortuna, è ben consapevole.

Sono sicuro per i tanti cantieri aperti e per i finanziamenti europei in arrivo a Baronissi che il Commissario Prefettizio porterà avanti il lavoro svolto fino ad oggi con tanto impegno e che i cittadini mi consentiranno di riprendere  il prossimo 26 maggio.

Oggi inizia la campagna elettorale e a noi servirà naturalmente per illustrare ai cittadini il nostro programma elettorale ma anche per mettere finalmente al bando persone ormai note, che sotto l’etichetta del ruolo politico, sono da anni distruttivi delle istituzioni e della città»

 

TAG