Baronissi, al Centro sociale i corsi di italiano per migranti

Comune di Baronissi

Sono diciassette i migranti adulti ospiti a Baronissi nell’ambito delle attività del progetto Sprar che da alcuni giorni stanno partecipando ai corsi di italiano al Centro sociale di Aiello

BARONISSI. Sono diciassette i migranti adulti ospiti a Baronissi nell’ambito delle attività del progetto Sprar che da alcuni giorni stanno partecipando ai corsi di italiano al Centro sociale di Aiello.

Curati dal centro provinciale di istruzione per gli adulti. I migranti provengono da paesi non appartenenti all’Ue, tra cui molte donne con livello di scolarità basso. 

Le parole del sindaco Valiante

Come racconta La Città, «La conoscenza della lingua – spiega il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante – è uno strumento essenziale per una più efficace integrazione dei cittadini stranieri e il raggiungimento di una progressiva autonomia.

È un salto di qualità nell’accoglienza che consentirà anche nelle prossime settimane agli immigrati di essere impegnati al servizio della comunità con piccoli lavori ».

Le parole di Anna Petta

«È un servizio a favore di un’integrazione reale e civile – è il commento di Anna Petta , vicesindaco con delega alle politiche sociali – che mettiamo al servizio di una concreta inclusione dei migranti nella nostra città. Corsi di italiano, ma anche momenti di scambio con la comunità, sono momenti essenziali per una vita pienamente integrata.

Grazie anche ai tanti cittadini che hanno accolto i migranti con simpatia, riusciamo a far loro una possibilità di riscatto».

I corsi di italiano si terranno il lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13, al Centro sociale di Aiello.

TAG